Metodo Orleanese

Il metodo orleanese è un antico metodo di acidificazione naturale in botti e madre acetica, sapiente controllo della temperatura costante e dell’ossigenazione, travasi e decantazioni naturali in botte.

“……Perchè la vocazione di Orleans ? Innanzitutto perchè i vini di quella regione – leggeri e fruttati e lievissamamente acidi – ………

Ma un altro elemento favorevole è costituito dai capricci della Loira, a lungo navigabile…….. la navigazione lenta per i battelli…… i vini esposti esposte alle intemperie, i vini vi arrivavano pronti per l’aceteria. ….. Non si può datare questa industria orleanese, ma sicuramente nacque a poco a poco. . Si sa per altro che che furono i bottai a tener presso di sè, in cantina, 16-20 botti d’aceto, procurandosi così una rendita complemtare. Nel 1394 vi si stanzia una corporazione e nel 1580 la città e i sobborghi contano già 33 mastri acetai.”

Misette Godard “il gusto dell’agro” storie e ricette degli aceti, Slow Fodd editore, 2003.